Storia della danza e del balletto classico: Romeo e Giulietta di Prokofiev

Romeo e Giulietta, capolavoro di Prokoviev Centro Regionale della Danza di Napoli

Chi non conosce la storia degli sfortunati amanti di Verona? Due famiglie in conflitto, i Montecchi e i Capuleti, divisi da un odio feroce mentre i giovani Romeo e Giulietta, estranei a questi sentimenti, si innamorano perdutamente.
È così che ha inizio una delle tragedie più famose di ogni tempo, scritta da William Shakespeare, e anche una delle più rappresentate in ogni campo artistico.

Nel 1935, il compositore russo Sergej Prokofiev si cimenta nella realizzazione delle musiche per un balletto commissionato dal Mariinsky Ballet. L'opera completa debuttò solo nel 1938 e poi, in una versione rivista, due anni dopo. Nell'originale era contemplato un lieto fine, che però non fu mai rappresentato.

Il balletto ebbe una lunga vita artistica, passando nel 1962 a John Cranko, con cui lo Stuttgart Ballet ebbe un ritorno mondiale, con un debutto in America nel 1969.

Nel 1965 è la volta di MacMillan con il Royal Ballet, Margot Fonteyn e Rudolf Nureyev restano fra gli interpreti più acclamati.

La musica di Prokofiev mantiene così intatta la sua potenza evocativa e il suo successo che, a distanza di quasi un secolo, ha fatto un salto nel pop internazionale e la Danza dei cavalieri, brano tratto dal I atto scena 2, ha aperto il dvd del concerto dei Muse, gruppo rock britannico, del 2007.

Letto 1037 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il Lyceum Mara Fusco, fondato 51 anni fa, è una Scuola di danza a Napoli dove si insegna la danza classica accademica, la danza per bambini (danza educazione e pre-danza), la danza moderna e contemporanea, il flamenco, la danza Hip Hop, la tecnica Horton, il pilates, mimo corporeo e recitazione. Ai corsi accademici si affiancano i corsi Open aperti a tutti, le lezioni di danza per esterni e le lezioni per professionisti.

Devi effettuare il login per inviare commenti